• b_accettazione_02
  • b_accettazione_03
  • b_accettazione_04
  • b_accettazione_05
  • b_breefing_paziente
  • b_tac_02
  • b_cranio_01
  • b_diagnosi_01
  • b_ecografia_01
  • b_raggix_01
  • b_risonanza_01
  • b_tac_01

I NOSTRI SERVIZI

1) Radiologia e Diagnostica per immagini
  • RX – Radiologia tradizionale
  • TAC – Tomografia Assiale Computerizzata  multistrato
  • RM – Risonanza Magnetica
  • TC – Cone Beam
  • ECO- Ecografia (internistica, articolare, muscolo-scheletrica)
  • ECO-Ecocolordoppler vascolare (arterioso e venoso)
  • ECO-Ecocolordoppler cardiaco
  • Mammografia 3D e Tomosintesi
  • MOC Dexa (colonna, femore, polso, totalbody e periprotesica)
2) Roentgenterapia: Terapia radiante a scopo antiinfiammatorio/antalgico
3) Laboratorio Analisi (Analisi Mediche Liguria)
  • Biochimica clinica
  • Ematologia
  • Microbiologia
  • Immunoenzimatica
  • Citologia
  • Breath test H.Pylori
  • Breath test intoleranza al lattosio

Lista esami completa sul sito www.analisimedicheliguria.it

4) Poliambulatorio Specialistico

Numerosi ambulatori dove effettuare visite e trattamenti nella maggior parte delle branche specialistiche

  • Anestesiologia (visite, terapia del dolore ed assistenza esami con mdc)
  • Cardiologia
  • Chirurgia generale – Chirurgia toracica
  • Chirurgia vascolare, cardiochirurgia (visite, diagnostica, scleroterapia con laser o iniettiva)
  • Dermatologia
  • Dietologia
  • Endocrinologia e Diabetologia
  • Gastroenterologia
  • Ginecologia
  • Medicina dello Sport
  • Medicina Interna
  • Neurochirurgia (visite, terapia del dolore)
  • Neurofisiopatologia
  • Neurologia
  • Oftalmologia
  • Oncologia
  • Ortopedia
  • Otorinolaringoiatria
  • Pneumologia
  • Radioterapia (visite e consulenze)
  • Reumatologia
  • Senologia
  • Urologia
5) Check up generali
  • Personalizzati in base all’età, al sesso, ai fattori di rischio personali.
  • Comprendono un prelievo ematico, esami strumentali e visite specialistiche mirate.
  • Coordinati da un medico internista
6) Check up circoscritti per la prevenzione di particolari patologie: screening:
  • senologico per la prevenzione del tumore alla mammella
  • polmonare per la prevenzione del tumore del polmone in pazienti fumatori e non
  • tiroideo per la prevenzione del tumore della tiroide
  • urologico per la prevenzione del tumore delle vie urinarie (reni e vescica) e genitali maschili (prostata)
  • ginecologico per la prevenzione del tumore dell’apparato genitale femminile (utero ed ovaia)
  • gastroenterologico per la prevenzione del tumore del tubo digerente:stomaco e colon e ghiandole annesse (fegato e pancreas)
  • cardiologico e vascolare: per valutazione fattori di rischio e prevenzione incidenti cardio-vascolari (ictus ed infarti)
  • osteoporosi: per valutazione fattori di rischio e fratture da osteoporosi

PRENOTAZIONE

L’ Istituto Turtulici offre prestazioni sia in regime di convenzionamento con il SSN (Sistema Sanitario Nazionale), sia privatamente.

Per usufruire della prestazioni sanitarie offerte dal centro è necessaria

1) PRENOTAZIONE con accesso diretto presso il Centro che può avvenire:

  • di persona, direttamente presso il centro
  • telefonicamente: 010 59 38 71
  • via fax: 010 56 52 83
  • via e-mail: prenotazioni@istitutoturtulici.com
  • direttamente on-line tramite il sito : wwwradiologiaturtulici.com

I dati richiesti sono di carattere anagrafico (nome e cognome e telefono) e sanitario (tipo di prestazione richiesta). Il personale addetto fornisce informazioni riguardo ai tempi di attesa, alla eventuale preparazione necessaria per alcuni i esami, ai costi delle prestazioni

2) SENZA PRENOTAZIONE, presentandosi direttamente presso il centro:

per prestazioni richieste in regime di urgenza che vengono inserite appena possibile nel piano di lavoro della giornata, naturalmente per esami senza mezzo di contrasto e che non necessitino di alcuna preparazione per gli esami di laboratorio.

3) PRENOTAZIONE CUP

Le prenotazioni per certi tipi di indagini da effettuare in regime di convenzione con il SSN (mammografia, ecografia, TAC e RM ) vengono fatte tramite il CUP metropolitano (sportelli presenti nelle sedi ASL, negli ospedali, presso i medici di famiglia e le farmacie) che fissa direttamente la data e l’ora della prestazione.

Con l’introduzione delle ricette dematerializzate la prenotazione può essere effettuata anche telefonicamente al numero verde 800 09 85 43.

Si informa che i tempi di attesa dipendono dalle liste CUP e non dalla Struttura accreditata in cui viene eseguito l’esame.

Si sottolinea che il paziente ha il diritto di scegliere il centro dove preferisce eseguire l’esame.

I pazienti che accedono all’istituto attraverso questo canale potranno essere contattati telefonicamente dal nostro personale nei giorni precedenti l’indagine per:

  • conferma dell’appuntamento
  • ricordo della documentazione da portare il giorno dell’esame
  • informazioni su eventuali preparazioni da effettuare in caso di esame con mezzo di contrasto (TAC, RM ed urografie)

Alcune informazioni supplementari vengono acquisite direttamente in Istituto in un colloquio con il medico responsabile, prima di eseguire l’indagine.

Prestazioni che possono essere erogate in regime di convenzione con il SSN:

Accesso libero con richiesta SSN Attraverso CUP

  • RX tradizionali – Roentgenterapia
  • Mammografia-Ecografia – Ecocolordoppler
  • Esami ematochimiici e di laboratorio
  • Risonanza Magnetica – TAC –

Tutte queste prestazioni sono eseguite anche in regime privatistico.

Le visite specialistiche sono erogate solo in regime privatistico

Per informazioni su cosa è possibile effettuare in convenzione e non, contattare la segreteria.

ACCETTAZIONE

I principali servizi offerti dal personale di reception sono:

  • informazioni generali sul servizio
  • prenotazione prestazioni, operazioni di accettazione e consegna referti
  • riscossione fatture
  • informazione sulle convenzioni sanitarie e sulle relative modalità di fruizione
IL GIORNO DELL’ESAME

Il giorno dell’indagine presentarsi in istituto dove vengono svolte le operazioni relative all’accettazione anche per i pazienti che hanno una prenotazione CUP, compresa la firma di un modulo per l’autorizzazione a l trattamento dei dati personali.

È importante portare:

  • Richiesta del medico curante o richiesta medico specialistica
  • Libretto sanitario (cartaceo) e codice fiscale (tessera sanitaria magnetica)
  • Per i pazienti che hanno una prenotazione CUP, tutta la modulistica rilasciata al momento della prenotazione compreso il modulo di consenso compilato e firmato dal proprio medico curante o da chi richiede l’esame (solo per i pazienti che devono eseguire TC o RM con MDC o urografia)
  • Eventuali esami diagnostici precedenti inerenti il problema medico per cui si esegue l’indagine ed ematochimici (creatininemia ) in caso di indagini con mdc.
  • Il ticket, se dovuto, viene pagato presso il centro al momento dell’accettazione.
PAGAMENTI

Il pagamento può essere effettuato in contanti, con assegno o mediante le seguenti carte:

  • Carta Si
  • VISA
  • Eurocard Maestro
  • American Express
  • Pagobancomat
  • Mastercar
  • Visa Electron
Le convenzioni sanitarie

La struttura è regolarmente autorizzata dal Comune di Genova allo svolgimento delle attività sanitarie ed è ACCREDIATA con il SSN.

La struttura ha inoltre provveduto a stabilire convenzioni con istituzioni od enti/società locali.

Principali convenzioni in forma diretta o indiretta

  • Unisalute
  • Coopsalute
  • Eudaimon
  • Alta Broker
  • Fasi forma indiretta
  • Casagit

Principali convenzioni (a tariffe agevolate) con Enti/Aziende

  • ESA group
  • CRAL nazionale Croce Rossa Italiana
  • Associazione Nazionale Carabinieri
  • 50&più
  • Casa di Riposo Villa delle Rose
  • Istituto Davide Chiossone
  • Profumerie Sbraccia
  • Gruppo Messina
  • FABI
  • VTE terminal Voltri
  • Dopolavoro Ferroviario
  • ERG
  • CRAL provincia
  • CRAL comune
  • CRAL RINA
  • Ansaldo
  • UILCA
  • Circolo dipendenti Carige
  • ILVA
  • Medical Card

Il personale di accettazione è a vostra disposizione per informazioni aggiornate sulle convenzioni in essere e quelle in fase di perfezionamento e per i chiarimenti sulle relative modalità di utilizzo.

LO STAFF

Organico è composto da 12 persone tra personale amministrativo e tecnici.

Staff medico composto dal Direttore Sanitario, da medici Radiologi specializzati nelle varie branche della Diagnostica per Immagini e da Medici specialisti in gran parte delle branche della Medicina.

Direttore Sanitario Dott.ssa Isabella Turtulici.

DIAGNOSTICA PER IMMAGINI

RM – RISONANAZA MAGNETICA

La Risonanza Magnetica (RM) è una tecnica che utilizza, per la formazioni di immagini corporee, campi magnetici. Studia in modo molto dettagliato i tessuti molli ed è utilizzata un tutti i distretti corporei.

Le applicazioni principali sono in campo neuroradiologico dove studia l’encefalo, la colonna vertebrale, il midollo , i dischi intervertebrali e le radici nervose e in campo muscolo-scheletrico dove studia tutti i componenti ossei e muscolari e le articolazioni con un dettaglio ed una ricchezza di informazioni che, prima dell’avvento della Risonanza erano impensabili.

La Risonanza Magnetica è indicata anche nello studio della patologia addominale, dello scavo pelvico, del collo, e vascolare, anche senza mdc.

1) RM TOTAL BODY DIGITALE 1,5 Tesla Alto campo = massima qualità

APPARECCHIATURA: RM Alto campo 1,5 Tesla GE (General Electric): Signa Creator + WORKSTATION di elaborazione avanzata che consente di ricostruire immagini tridimensionali (3D) con software avanzati.

INFORMAZIONI UTILI

È un’indagine sicura ed innocua per l’organismo. Particolare vantaggio è che usa campi magnetici e non radiazioni ionizzanti (cioè raggi X) per cui è particolarmente adatta anche per la ripetizione di esami a breve distanza di tempo.

Normalmente non è necessaria alcuna preparazione.

Digiuno da 6-8 ore solo se l’esame è richiesto con il mezzo di contrasto. In questo caso il paziente verrà contattato dal personale dell’istituto nei giorni precedenti la data dell’esame.

CONTROINDICAZIONI

A causa del campo magnetico non possono sottoporsi all’esame persone a cui sono stati applicati apparecchi metallici interni come protesi metalliche, clips vascolari ferromagnetiche, protesi di staffa o schegge metalliche soprattutto se oculari, pompe di infusione, neurostimolatori.

Controindicazione assoluta è il pace maker per le donne in età fertile è importante la consapevolezza di non essere in stato di gravidanza nei primi 3 mesi.

Per gli esami con M.D.C l’unica vera controindicazione è l’assenza di una giustificazione clinica e stati clinici particolari andranno valutati singolarmente in accordo con il medico curante.

PREPARAZIONE

Vescica piena in caso di studio dell’addome inferiore-pelvi.

Digiuno da almeno 6-8 ore se l’esame è richiesto con il Mezzo Di Contrasto (MDC).

COME SI SVOLGE

Prima dell’esame, il personale addetto farà compilare un questionario che accerti che non ci siano controindicazioni all’esecuzione dell’ esame.

Il paziente verrà invitato a togliersi qualsiasi oggetto o indumento contenente parti metalliche.

Si tratta di un magnete in cui viene introdotto tutto il corpo ed il paziente sta comodamente sdraiato sul lettino

Durante l’esame l’apparecchiatura produrrà un certo rumore per attenuare il quale verranno consegnate apposite cuffie ed auricolari per comunicazione con operatore e diffusione musical.

Per la buona riuscita dell’esame è necessaria l’assoluta immobilità del paziente.

La durata media dell’esame e generalmente compresa intorno ai 20 minuti.

2) RISONANZA MAGNETICA ARTICOLARE APERTA

per pazienti claustrofobici o che non possono eseguire RM total body Grande tecnologia per piccole articolazioni

APPARECCHIATURA: RM O-scan (Esaote): sistema RM articolare dedicato 0.31 Tesla di recente acquisizione: È un tomografo a risonanza magnetica studiato appositamente per le articolazioni degli arti in grado di produrre immagini dell’apparato muscolo-scheletrico ad alto contenuto diagnostico, anche se non paragonabile a quello dei sistemi Whole Body a campo magnetico più elevato.

Questo perché il sistema “dedicato” è stato pensato ed ingegnerizzato solo per gli arti e quindi progettato e dimensionato a tale scopo e perché dispone di nuove sequenze FSE T2, FIR, XBONE e SHARC 3D che consentono di ottenere immagini di qualità straordinaria per una diagnosi sicura e precisa.

INFORMAZIONI UTILI

È un’ indagine sicura ed innocua per l’organismo. Particolare vantaggio è che usa campi magnetici e non radiazioni ionizzanti (cioè raggi X) per cui è particolarmente adatta anche per la ripetizione di esami a breve distanza di tempo.

Normalmente non è necessaria alcuna preparazione.

Digiuno da 6-8 ore solo se l’esame è richiesto con il mezzo di contrasto. In questo caso il paziente verrà contattato dal personale dell’istituto nei giorni precedenti la data dell’esame.

CONTROINDICAZIONI

A causa del campo magnetico non possono sottoporsi all’esame persone a cui sono stati applicati apparecchi metallici interni come il pace maker, protesi metalliche, clips vascolari ferromagnetiche, protesi di staffa o schegge metalliche soprattutto se oculari, pompe di infusione, neurostimolatori. Tuttavia il basso campo magnetico la rende compatibile con le protesi metalliche più comuni.

Controindicazione assoluta è il pace maker.

COME SI SVOLGE

Prima dell’esame, il personale addetto farà compilare un questionario che accerti che non ci siano controindicazioni all’ esecuzione dell’ esame.

Il paziente verrà invitato a togliersi qualsiasi oggetto o indumento contenente parti metalliche.

Si tratta di un magnete APERTO in cui viene introdotto unicamente l’arto in esame: il paziente sta comodamente sdraiato sul lettino dove può rilassarsi, anche leggendo il giornale sempre all’esterno del magnete ed accanto all’operatore. Non sussiste quindi il problema di eventuali reazioni claustrofobiche ed anche persone anziane o portatori di handicap possono affrontare serenamente l’esame.

Per la buona riuscita dell’esame è necessaria l’assoluta immobilità del paziente.

La durata media dell’esame e generalmente compresa fra i 20 ed i 30 minuti.

TAC – TOMOGRAFIA ASSIALE COMPUTERIZZATA MULTISTRATO

La Tomografia assiale computerizzata (TAC o TC) è una tecnica di imaging che utilizza radiazioni ionizzanti cioè Raggi X. Studia tutti i distretti corporei particolarmente indicata nella patologia del collo, del torace e dell’addome come metodica di secondo livello dopo un esame ecografico o una radiografia del torace.

E indicata anche nello studio dell’encefalo anche se, dopo l’avvento della Risonanza, le sue indicazioni si sono ridotte.

L’evoluzione tecnologica delle apparecchiature ha consentito negli ultimi anni studi dinamici di singoli vasi o distretti vascolari (angio-TC).

Grande applicazione anche in campo odontoiatrico e maxillo-facciale con software dedicato (DENTALSCAN)

APPARECCHIATURA: TC multistrato GE (General Electric): Optima 520 – 16 strati con sistema ASIR per riduzione della dose di radiazioni + WORKSTATION di elaborazione avanzata che consente di ricostruire immagini tridimensionali (3D) partendo da una serie di immagini assiali di un determinato distretto corporeo. In particolare la workstation è allestita con software avanzati:

  • per analisi dei noduli polmonari
  • per endoscopia virtuale – Colonscopia virtuale
  • follow up oncologici
  • per studi vascolari angiografici avanzati
  • Dental-Scan

CONTROINDICAZIONI

per le donne in età fertile è importante la consapevolezza di non essere in stato di gravidanza.

Per gli esami con M.D.C l’unica vera controindicazione è l’assenza di una giustificazione clinica e stati clinici particolari che andranno valutati singolarmente in accordo con il medico curante.

PREPARAZIONE

Vescica piena in caso di studio dell’addome inferiore-pelvi

Digiuno da almeno 6-8 ore se l’esame è richiesto con il Mezzo Di Contrasto (MDC).

INFORMAZIONI UTILI TAC

Nel caso in cui l’esame è richiesto con il Mezzo Di Contrasto, il paziente verrà contattato dal personale dell’istituto nei giorni precedenti la data dell’esame per valutare l’eventuale necessità di eseguire preparazioni particolari aggiuntive dipendenti dalla situazione clinica del paziente che, se non eseguite, sarebbero un ostacolo all’esecuzione dell’esame nel giorno stabilito.

Al fine di stabilire ciò vengono richieste informazioni che riguardano l’esistenza di:

  • diabete ed assunzione di farmaci antidiabetici orali tipo metformina: questi infatti devono essere sospesi 48 ore prima dell’esame.
  • Insufficienza renale per attuare eventuale protocollo di idratazione
  • allergie a farmaci per eventuale protocollo di premedicazione

e verifica del possesso della creatininemia effettuata nell’ultimo mese

  • del modulo di richiesta dell’esame (consegnato all’atto della prenotazione presso gli sportelli del CUP o in istituto) accertante le condizioni clinico-anamnestiche del paziente compilato e firmato dal medico curante
  • di eventuali esami precedenti RX, ecografie TC o RM ed eventuali cartelle cliniche.

Personalmente in istituto, nei giorni precedenti o il giorno dell’esame stesso, il medico radiologo responsabile, valuterà tutta la documentazione, l’esistenza di eventuali controindicazioni all’iniezione endovenosa del MDC e, dopo aver informato il paziente sull’iter diagnostico da seguire, sui benefici e sugli eventuali rischi, acquisirà per iscritto su appositi moduli il consenso informato all’esecuzione dell’indagine con MDC.

ECOGRAFIA – ECOCOLORDOPPLER

L’ecografia è una tecnica di indagine di grande diffusione, per la sua innocuità (non utilizza radiazioni ionizzanti, ma ultrasuoni), per i bassi costi e per i numerosi campi di studio in molti distretti corporei dove è metodica di prima scelta.

Non trova applicazione invece nello studio dell’osso, dei polmoni e dell’encefalo dal momento che osso e aria costituiscono, per motivi fisici di propagazione delle onde ultrasonore, un ostacolo alla diffusione degli ultrasuoni

APPARECCHIATURA: Ecografo Aplio a450 (Canon) di ultima generazione per ecografia avanzata: produce immagini ad alta definizione in tutti i campi di applicazione, con maggiore risoluzione spaziale e di contrasto e miglioramento delle potenzialità diagnostiche dell’operatore.

Grazie alla molteplicità  di software avanzati ed alle sonde in dotazione ad altissima frequenza ed endocavitarie, è possibile lo studio di molteplici distretti corporei profondi e superficiali.

Sonde dedicate permettono studi vascolari con color-Doppler.

INFORMAZIONI UTILI

Se l’esame riguarda l’addome superiore è necessario il digiuno

Se riguarda la pelvi è indispensabile la vescica piena

Non esistono controindicazioni

La presenza di abbondante aria nell’intestino (meteorismo) e l’obesità rappresentano un limite per la buona riuscita dell’esame.

MOC (mineralometria ossea computerizzata) – DEXA

La MOC è l’esame che ci consente di misurare la densità minerale ossea (BMD) ed il riconoscimento di stati di riduzione di essa, quali l’osteopenia e l’osteoporosi, predisponenti al rischio di frattura.

L’ osteoporosi è una malattia dello scheletro che si caratterizza per una riduzione della massa ossea e deterioramento della sua qualità.

Ne consegue un aumento della fragilità dell’osso con predisposizione alle fratture per traumi minimi o assenti.

Fattori di rischio non modificabili:

  • Fattori di rischio modificabili
  • Familiarità
  • Fumo – Abuso di Alcool
  • Razza caucasica
  • Insufficiente apporto di calcio e vitamina D
  • Età avanzata
  • Sedentarietà e scarsa attività fisica
  • Sesso femminile – Menopausa
  • Uso cronico cortisonici
  • Basso peso corporeo

Oggi la Dexa è la tecnica densitometrica più utilizzata per lo studio dell’osso e si basa sull’utilizzo di raggi X.

Con questa tecnica la massa ossea può essere misurata in vari siti: nello scheletro totale, centralmente a livello lombare o del femore prossimale oppure in distretti periferici dello scheletro appendicolare (avambraccio-polso).

Le valutazione densitometriche nei siti scheletrici consigliati per la diagnosi di osteoporosi e per la predizione del rischio di frattura, sono in grado di predire il rischio di frattura in qualsiasi distretto scheletrico, ma questo risulta migliore nel segmento osseo studiato.

APPARECCHIATURA DEXA: Explorer (Hologic) È un apparecchio di ultima generazione per lo studio dell’osteoporosi: consente di valutare la massa ossea con una bassissima dose di radiazione ciò che rende anche l’esame ripetibile nel tempo.

La implementazione con software dedicati consenta anche la valutazione della massa ossea di tutto il corpo e la quantificazione di massa grassa e massa magra (total body) indicata in pazienti obesi o che si sottopongono a cure dimagranti

il grado di mineralizzazione del tessuto osseo intorno alle artroprotesi (periprotesica)

la morfometria vertebrale

INFORMAZIONI UTILI

Non è necessaria alcuna preparazione.,

Normalmente il primo esame MOC è consigliato intorno ai 50 anni con controlli a 1-2 anni a seconda dei reperti densitometrici

Bassissima dose di radiazione, per cui può essere ripetuto nel tempo per valutare l’effetto della terapia.

in associazione a valutazione clinica e laboratorio-metabolica per valutazione dei fattori di rischio.

CONTROINDICAZIONI

Per le donne in età fertile è importante la consapevolezza di non essere in stato di gravidanza.

COME SI SVOLGE

Il paziente verrà invitato a togliersi qualsiasi oggetto o indumento contenente parti metalliche e verrà invitato a sdraiarsi sul lettino accanto all’operatore. Non sussiste quindi il problema di eventuali reazioni claustrofobiche

Per la buona riuscita dell’esame è necessaria l’assoluta immobilità del paziente.

La durata media dell’esame e generalmente di circa 10-15 minuti.

RADIOLOGIA TRADIZIONALE DIGITALE

La radiologia generale mantiene la sua importanza per i bassi costi, la facilità di esecuzione , la diffusione delle apparecchiature ed è considerata indagine di prima scelta in vari distretti corporei come per lo studio dello scheletro e delle articolazioni, dell’apparato respiratorio, ed in campo dentale e maxillo-facciale

APPARECCHIATURE; TELECOMANDATO GMM Opera TAVOLO SIEMENS- SISTEMA DI DIGITALIZZAZIONE CR FUJI, con protocolli dedicati ai vari distretti corporei:

  • La acquisizione di accessori radiografici permette di eseguire esami “speciali” con applicazione nel campo dell’ortopedia
  • esami sotto carico
  • studio della colonna in toto con il bacino sottocarico per valutazione delle scoliosi
  • studio degli arti inferiori in toto sottocarico per misurazione di lunghezze e di angoli
  • stampa a dimensione naturale, rapporto 1.1
  • proiezioni speciali
  • tutto questo con il massimo comfort di pazienti anche anziani, poco collaboranti e con difficoltà a mantenere la postura
  • Nell’ultimo decennio la Radiologia generale ha mantenuto la sua importanza grazie anche alla digitalizzazione delle immagini
  • Tutte le immagini digitali prodotte sono file informatici che vengono archiviati nel computer delle apparecchiature, e possono venire aperti e trasferiti come ogni supporto informatico
  • Vantaggi delle immagini digitali:
  • possono essere migliorate a posteriori senza necessità di dover ripetere l’esame
  • dose di radiazioni ridotta rispetto al “vecchio”sistema con pellicole tradizionali
  • possono essere trasferite ad un sistema chiamato PACS, dove vengono elaborate, refertate, archiviate e trasferite su CD.
  • Inoltre la completa integrazione del sistema con il RIS di accettazione dei pazienti e le apparecchiature radiologiche crea un sistema informatico con caratteristiche gestionali di funzionalità ed efficienza evolute

INFORMAZIONI UTILI

  • Per le donne in età fertile è importante la consapevolezza di non essere in stato di gravidanza
  • Digiuno per esami RX del tubo digerente che prevedono la assunzione di mdc baritato
  • Digiuno + idonea preparazione di pulizia intestinale per esami del colon (RX clisma opaco normale o Doppio Contrasto)
  • Urografia: presentarsi a digiuno con gli esami ematochimici richiesti. Il medico radiologo responsabile, dopo aver informato il paziente sull’iter diagnostico da seguire, sui benefici e sugli eventuali rischi, acquisirà per iscritto il consenso informato all’esecuzione dell’indagine con MDC, su appositi moduli.

COME SI ESEGUE

Il paziente verrà invitato a togliersi qualsiasi oggetto o indumento contenente parti metalliche. Per questo è consigliabile indossare una maglietta della pelle o sottoveste.

Per la buona riuscita dell’esame è necessaria l’assoluta immobilità e collaborazione del paziente.

La durata media dell’esame varia a seconda della tipologia e del numero delle indagini richieste.

MAMMOGRAFIA – TOMOSINTESI – SENOLOGIA

La mammografia è’ il metodo più affidabile per effettuare la scoperta di un tumore molto prima di quanto possa permettere la semplice palpazione.

È un esame semplice e si fa in pochi minuti.

La mammella viene posizionata fra due piastra che esercitano una compressione che è indispensabile per studiare la ghiandola. La compressione garantisce immagini di qualità, consente di esplorare tutte le strutture mammarie con dosi di radiazioni basse.

La compressione avviene in modo delicato e graduale in modo che l’esame sia perfettamente tollerato, non lascia segni anche se può causare un senso di fastidio e disagio ma non un dolore vero e proprio.

Non necessita di alcuna preparazione.

L’esposizione ai raggi X è molto bassa tenuto conto anche che l’apparecchiatura impiegata è un mammografo digitale diretto di ultima generazione e che la procedura impiegata garantisce che la dose erogata sia mantenuta al livello più basso possibile per il raggiungimento delle informazioni richieste .

In questo modo la possibilità di avere un danno è assolutamente trascurabile rispetto ai benefici.

Deve essere eseguita nella paziente sintomatica (nodulo palpabile, secrezioni siero ematiche da capezzolo, retrazione del capezzolo, modificazione della cute) ed in quella asintomatica (screening)

La prima mammografia in genere viene eseguita intorno ai 40 anni.

A partire dai 40 anni, anche in assenza di sintomi la mammografia va ripetuta 1 volta all’anno, al massimo ogni 2 anni, se la paziente ha un basso rischio.

La mammografia è un esame affidabile ma non perfetto.

Il limita maggiore è rappresentato dalle caratteristiche proprie della mammella nel senso che quando la struttura ghiandolare è densa può essere difficile, talvolta impossibile, la corretta interpretazione della mammografia con falsi negativi o falsi positivi dal momento che il tumore spesso ha la stessa densità del tessuto ghiandolare normale e quindi difficilmente differenziabile da esso.

Per diminuire al massimo la possibilità di errore la mammografia viene eseguita da personale specializzato e dedicato, con apparecchiatura adeguata, di ultimissima generazione.

TOMOSINTESI – MAMMOGRAFIA 3D

A tal fine, per poter offrire prestazioni ottimali, il già nuovo mammografo digitale diretto 2D è stato sostituito da una nuova apparecchiatura di ultimissima generazione, “all’avanguardia” che oltre alla mammografia convenzionale 2 D permette la TOMOSINTESI cioè una mammografia 3D.

La mammografia convenzionale 2D ha il limite della sovrapposizione dei tessuti che, alcune volte, può rendere difficoltoso il riconoscimento di piccole lesioni tumorali (falsi negativi) così come creare evidenza di lesioni che in realtà non ci sono (falsi positivi).

Il nuovo sistema di TOMOSINTESI MAMMARIA o MAMMAGRAFIA 3D integra la mammografia convenzionale 2D con un esame “ a strati “ sottilissimi della mammella, una sorta di stratigrafia tipo TAC, eliminando pertanto gli artefatti da sovrapposizione dei tessuti, consentendo la visualizzazione di lesioni tumorali di piccolissime dimensioni e riducendo I falsi positivi.

La combinazione di questa nuova modalità di tomosintesi con la mammografia digitale convenzionale permette prestazioni cliniche superiori rispetto alla sola mammografia 2D dimostrando un aumento della sensitività e specificità.

L’esposizione ai raggi X inoltre è simile o poco superiore a quella della sola mammografia 2D per l’acquisizione del modulo C-view di Hologic che crea immagini 2D sintetizzate da set di immagini “strati” di tomosintesi 3D eliminando cosi la necessità di una doppia esposizione di radiazioni e di una doppia compressione.

In questo modo la possibilità di avere un danno è assolutamente trascurabile rispetto ai certi benefici.

Nell’interpretazione di una mammografia è importante anche la documentazione delle modificazioni ghiandolari nel tempo per cui è fondamentale portare in visone gli esami mammografici precedenti per un esame comparativo.

Nei casi dubbi o di difficile interpretazione per l’elevata densità delle mammelle ricche di componente ghiandolare possono essere richiesti ulteriori esami di approfondimento:

  • l’ecografia è utile nelle pazienti con mammelle dense ricche di componente ghiandolare, per rilevare un nodulo o definirne la natura.
  • Agoaspirato
  • RM

Alcuni tumori possono insorgere e dare segno di sé nell’arco di breve tempo dopo una mammografia negativa.

Pertanto è sempre consigliato controllarsi il seno e prestare molta attenzione a modificazioni anche minime (secrezioni, retrazione del capezzolo, cambiamento della cute, palpazione di noduli od aree addensate)

MAMMOGRAFO DIGITALE DIRETTO con TOMOSINTESI: Selenia Dimension (Hologic) con modulo C-view di Hologic che crea immagini 2D sintetizzate da set di immagini “strati” di tomosintesi 3D eliminando cosi la necessità di una doppia esposizione di radiazioni e di una doppia compressione.

WORKSTATION di refertazione dedicata Secur View + licenza Tomo-Viewer

È il più sofisticato sistema di mammografia digitale disponibile, INNOVATIVO, appena acquisito in Istituto che consente effettuazione di mammografia 2D + tomosintesi 3D con produzione di immagini ad elevato contrasto, di elevatissima qualità, per poter discernere piccoli dettagli, caratteristiche fondamentali per una diagnosi tempestiva e precoce con dose di radiazioni più bassa possibile

L’apparecchiatura ha caratteristiche tali da consentire il massimo confort alla paziente.

RX RADIOLOGIA ODONTOIATRICA e MAXILLO-FACCIALE DIGITALE

La radiologia ha grandi applicazioni nella diagnosi delle patologie del distretto orale e maxillo facciale e molte sono le indagini radiologiche a disposizione per risolvere quesiti clinici di questi distretti.

1) ORTOPANTOMOGRAFIA – RX PANORAMICA DENTARIA

È una tecnica radiografica che produce una immagine piatta bidimensionale di strutture anatomiche curve come quella delle arcate dentarie, delle ossa mascellari e della mandibola.

Lo studio delle arcate dentarie è una delle principali applicazioni della radiologia tradizionale perché, pur essendo un esame semplice ed a basso costo, fornisce numerose informazioni importanti per il dentista.

La cosìdetta “panoramica” consente proprio di ottenere uno studio panoramico di tutta l’arcata dentari sia superiore che inferiore con un’unica acquisizione fondamentale per

Lo studio iniziale dello stato dei denti e dei loro tessuti di sostegno prima di intraprendere un trattamento odontoiatrico

La valutazione dello stato di dentizione nei soggetti in età di sviluppo

L’evidenziazione di eventuali malformazioni dentarie e denti inclusi

La ricerca di lesioni ossee, infiammatorie, cistiche o tumorali a carico degli alveoli e degli altri costituenti scheletrici che circondano i denti.

Patologia chirurgica, oncologica otorinolaringoiatrica e maxillo facciale

2) TELERADIOGRAFIA DEL CRANIO PA e LL

Applicazione fondamentale radiografica in ortodonzia per misurazioni cefalometriche e gnatometriche. Si esegue con lo stesso apparecchio della panoramica che deve essere munito di un apposito braccio con craniostato che permette di posizionare il paziente in una precisa posizione al fine di rendere ripetibile l’esame a distanza di tempo, per successive comparazioni. Il paziente deve restare immobile per circa 10 secondi. Al fine di garantire la massima protezione, per tutta la durata dell’esposizione, al paziente (di solito in età pediatrica) viene fatto indossare il grembiule piombato di protezione dai raggi X

APPARECCHIATURA: ORTOPANTOMOGRAFO – TELERADIOGRAFO DIGITALE DIRETTO:

Planmeca XC Consente di ottenere immagini ad alto contenuto diagnostico con bassa dose di radiazioni

3) CONE BEAM (CBVT) Cone Beam Volumetric Tomography:

È una metodica innovativa (simil-TC) per lo studio di questi distretti che ha come principale vantaggio quello di visualizzare il volume di interesse con un’unica rotazione del complesso tubo/detettore, con basse dosi di radiazione.

La principale applicazione è l’implantologia dentale. Permette lo studio tridimensionale delle arcate dentarie che consente al dentista la precisa pianificazione dell’intervento chirurgico al fine di evitare di lesionare alcune strutture anatomiche in posizioni critiche, tipo il nervo mandibolare per gli impianti nell’arcata inferiore ed i seni mascellari per gli impianti dell’arcata superiore. La ridottissima dose erogata oltre che per lo studio del sito implantare, rende l’esame indicato per studiare denti inclusi in pazienti pediatrici.

L’esame non richiede nessuna preparazione ed ha una durata simile a quella di una normale panoramica.

APPARECCHIATURA: PROMAX 3D MID (Planmeca)

Apparecchiatura di nuova acquisizione per lo studio del distretto maxillo facciale che consente di ottenere immagini di ottima qualità con dosi di radiazioni minime.

È possibile eseguire studi estesi di una o entrambe le arcate dentarie o studi settoriali limitati a piccoli gruppi di denti

La implementazione con un software dedicato all’otorinolaringoiatria consente anche lo studio dei seni paranasali, dell’orecchio e delle cavità aeree a bassa dose di radiazioni.

Il grande vantaggio è la possibilità di consegnare al dentista oltre alle stampe, l’esame su CD con abbinato il Viewer Romexis assicurando al dentista la possibilità di navigare in maniera autonoma nei vari piani del volume acquisito, di tracciare il canale mandibolare ed effettuare misurazioni.

ROENTGENTERAPIA

Terapia radiante a scopo antalgico, nelle patologie infiammatorio-degenerative articolari come l’artrosi sia delle grandi che piccole articolazioni che nelle forme di periartrite scapoloomerale, epicondiliti del gomito o spine calcaneali. L’efficacia sulla componente infiammatoria che spesso si associa a quella degenerativa consente di ottenere l’attenuazione o la scomparsa del dolore con miglioramento della funzionalità dell’articolazione interessata e ripresa delle attività quotidiane del paziente. I trattamenti sono di solito quotidiani o a giorni alterni della durata di pochi minuti per 12 sedute divise in due cicli di 6 ciascuno.

Il trattamento è preceduto dalla vista radioterapica per la scelta del piano di trattamento, la dose e per la valutazione clinica dello stato della cute in corrispondenza della zona da trattare.